Menu

Le Guide Pratiche (vivere e visitare il Piceno)

Parti da qui per programmare la tua permanenza nel Piceno !

Comunque sia, vivere il Piceno é semplice: basta vagare tra il mare, le colline, le campagne e le montagne, seguire i campanili, da una parte c'é il mare, dall'altra c'é la montagna.



Qualche informazione per iniziare ...

Una regione al plurale: nel centro Italia, lungo la costa orientale-adriatica ci sono due regioni (le uniche due) declinate al plurale, le Marche e l'Abruzzo (fino al 1963 era denominato Abruzzi e Molise).

Nella zona di confine ci sono le province di Ascoli Piceno (nel sud delle Marche) e Teramo (nel nord Abruzzo)

Per la contiguità, per alcune affinità e per una parte di storia in comune, qualcuno ha proposto la creazione del "Marcuzzo" (Marche+Abruzzo), e nel PortoDeiPiceni i territori di Ascoli Piceno e Teramo stanno a braccetto.

posizione delle nostre città principali (Ascoli Piceno, Teramo, Giulianova, San Benedetto del Tronto) nella carta regionale d'Italia

Alba sul mare Adriatico vista da una collina

A est, dove sorge il sole, c'é il mare Adriatico con un litorale fortemente antropizzato ma una dolce costa con spiagge sabbiose.


A ovest, dove il sole tramonta, ci sono gli Appennini con il Massiccio del Gran Sasso, i Monti della Laga e i Monti Sibillini.

Est ed ovest distano una quarantina di chilometri, quindi in meno di un'ora di tragitto si può andare dalla spiaggia del mare fino alle rocce ad oltre 2.000 metri sul livello del mare.

il sole tramonta sull'Appennino marchigiano

Da nord verso sud si alternano strette vallate con corsi d'acqua (fiumi e torrenti) e le colline, le quali dolcemente digradano verso la costa.


Sui vertici di un quadrato ideale ci sono i due capoluoghi Ascoli Piceno e Teramo (entrambe nell'entroterra e con una lunga storia) e due delle cittadine costiere più importanti, San Benedetto del Tronto e Giulianova.


vista di una vallata da un caposaldo, in questo caso Civitella del Tronto

Su ogni cucuzzolo di montagna o collina, c'é una cittadina, paese, paesino o borgo (e ciascuno ha almeno una chiesa con il campanile nel suo centro); ogni paese ha cercato di "controllare" (nel bene e nel male, con le buone o con le cattive) le altre colline e le vallate sottostanti, in alcuni casi anche dei confini.


Per questo motivo ci siamo inventati anche i termini "ascolesi" e "teramesi": i due vocaboli non esistono in nessun dizionario ma ne' molti sambenedettesi ne' molti giuliesi amano essere chiamati ascolani o teramani: non é solo un problema calcistico ma un retaggio del campanilismo e della storia.

E infatti ogni paese e borgo ha la propria storia da raccontare e delle tradizioni da conservare.

rappresentazione della Natività con persone, viventi

Qui non si soffre di sovrappopolazione: su un'area grande 3mila kmq, pari alla estensione dei comuni di Roma, Napoli, Torino e dell'area metropolitana di Milano messe insieme (i cui abitanti sono quasi 8 milioni), vivono poco più di 500mila persone.


 


MM-2021 PortoDeiPiceni da un'idea di Gianluca Paniccia.

Segui le  note legali e la mappa del sito - Resta in contatto con  email -  facebook -  blog