PortoDeiPiceni

La popolazione residente é raddoppiata nel corso del secolo e mezzo trascorso dall'Unità d'Italia (primo censimento) al 2007, con una crescita meno accentuata del dopoguerra.

Popolazione residente rilevata nei Censimenti della popolazione

 fonti e legenda


 

Come risulta dalla tabella seguente, relativa agli ultimi 6 anni, il saldo naturale è sempre negativo (le morti eccedono le nascite) mentre il saldo migratorio é stato sempre positivo tranne nel 2017.

Bilancio demografico

e composizione per sesso della popolazione residente al 31 dicembre

Bilancio demografico
residenti al 01/01saldo naturalesaldo migratorioresidenti al 31/12
annototalinatimortisaldoiscritticancellatisaldototalimaschifemmine
2018308.2842.1033.183-1.0809.4118.563848308.052150.803157.249
2017309.8592.3203.536-1.2167.9368.295-359308.284150.694157.590
2016310.3392.4063.213-8079.3158.988327309.859151.378158.481
2015311.1682.3983.496-1.0988.3968.127269310.339151.539158.800
2014311.1032.4743.160-6868.6127.861751311.168151.926159.242
2013306.9552.5973.238-64114.6549.8654.789311.103151.800159.303

 fonti e legenda


 

Nell'ultimo decennio il saldo "migratorio" é diventato negativo, sia per effetto delle maggiori cancellazioni (in particolare verso l'estero) ma soprattutto per il crollo delle iscrizioni.

Dettaglio del saldo migratorio nella provincia di Teramo
 2006  2018 
iscritti da comuni italiani 6.6816.472
iscritti dall'estero3.6862.439
altri iscritti1.737500
Totale iscritti12.1049.411
cancellati verso comuni italiani 6.3286.764
cancellati verso l'estero3811.109
altri cancellati273690
Totale cancellati6.9828.563
Saldo migratorio5.122848
spostamenti tra comuni italiani353-292
spostamenti con estero3.3051.330
altri movimenti1.464-190

[fonti e legenda]


 

Quali comuni crescono e quali diminuiscono ?

Dall'analisi territoriale si evidenzia che i comuni a maggior incremento demografico (in rapporto alla popolazione iniziale) nell'ultimo decennio sono quelli della costa mentre i paesi dell'interno si stanno spopolando.

comune  diff.valore
assoluto 2011/2001
diff.percentuale
2011/2001
differenza
2018/2011
Alba Adriatica1.17611,3%983
Ancarano1035,8%7
Arsita-98-10,1%-68
Atri-148-1,3%-530
Basciano572,4%-68
Bellante2253,2%-221
Bisenti-136-6,2%-221
Campli10,1%-193
Canzano1468,1%-88
Castel Castagna-48-8,9%-20
Castellalto72210,9%251
Castelli-167-12,0%-146
Castiglione Messer Raimondo-206-8,0%-155
Castilenti-73-4,5%-170
Cellino Attanasio-176-6,4%-141
Cermignano-183-9,3%-213
Civitella del Tronto891,7%-499
Colledara381,7%-83
Colonnella49615,2%-52
Controguerra-58-2,3%-79
Corropoli99826,6%334
Cortino-164-19,4%-64
Crognaleto-133-8,6%-216
Fano Adriano-38-9,7%-77
Giulianova1.7998,4%529
Isola del Gran Sasso d'Italia-43-,9%-184
Montefino-93-7,9%-104
Montorio al Vomano1531,9%-262
Morro d'Oro3119,4%-46
Mosciano Sant'Angelo93811,3%23
Nereto65014,7%352
Notaresco931,4%-221
Penna Sant'Andrea-33-1,9%47
Pietracamela-8-2,6%-56
Pineto1.53611,7%313
Rocca Santa Maria-129-18,5%-65
Roseto degli Abruzzi1.9628,5%913
Sant'Egidio alla Vibrata8519,7%56
Sant'Omero39,7%-4
Silvi9236,4%330
Teramo3.2716,4%49
Torano Nuovo-26-1,5%-88
Torricella Sicura-22-,8%-42
Tortoreto2.60633,3%1.480
Tossicia-79-5,3%-111
Valle Castellana-249-19,5%-114
Martinsicuro2.05615,3%637

 

Il grafico illustra la variazione percentuale tra il 2011 e il 2001 nei vari comuni.