PortoDeiPiceni

Appignano del Tronto

Territorio comunale

posizione del comune di Appignano del Tronto (cliccando l'immagine si ingrandisce)

  • Coordinate geografiche: 42° 53' 56.61" N - 13° 39' 57.56" E
  • Massima altitudine: 486 metri s.l.m.; località abitata San Francesco 198 mt. s.l.m.
  • Località abitate (al 09/10/2011): Appignano del Tronto * (1049 ab. - 1006 nel 2001), San Francesco (48 ab.), case sparse (755 ab.)
  • Confina con i comuni di Offida (5,1 km), Castignano (5,4 km), Castel di Lama (6,1 km), Ascoli Piceno (6,4 km)
  • Consulta mappa e stradario di Appignano del Tronto, con distanze chilometriche

Il paese é adagiato sulle colline sul lato sinistro del fiume Tronto, tra i calanchi e il Monte dell'Ascensione, tra il torrente Chifenti e il Fosso San Giovanni.

Incerta é l'origine del termine Appignano, che deriverebbe dal primitivo Appocanum.

Verso l'anno 850 circa, Appignano insieme ad altri castelli, viene donato dal conte Maginardo di Sigolfo al Vescovo di Ascoli.

Rientra poi nei dominii dell'abbazia di Farfa e, nel Chronicon Farfense, è data notizia della cessione del castello di Appignano ai Farfensi da parte del vescovo-conte di Ascoli, Alberico. Potrebbe risultare valida l'ipotesi, avanzata da più parti, di una permuta, avvenuta fra il 1099 ed il 1110, tra il vescovo Alberico e l'abate Berardo III. Il Chronicon Farfense, oltre ad attestare il passaggio del castello di Appignano all'abbazia di Farfa, testimonia la costruzione di possenti mura e torrioni per la difesa, ad opera degli stessi Farfensi.

il toponimo Aponeanum compare poi nel diploma di Federico Barbarossa del 18 settembre 1185 in cui si conferma la donazione da parte del conte di Apruzio Matteo (figlio di Attone) al vescovo di Ascoli Presbitero.[1]

Durante il XIII secolo, interrono intense trattative tra il comune di Ascoli, il vescovo e l'abate di Farfa per giungere ad un accordo sul possesso effettivo di Appignano; tali trattative approdano alla definitiva assegnazione di Appignano al comune di Ascoli, durante il pontificato di Niccolò IV. Da questa data Appignano é inscritto tra i castelli di primo grado dello Stato Ascolano [2]

Nel 1283 è documentato come libero comune con i suoi ordinamenti (statuto) e lo stemma civico rappresentante San Giorgio.

Nel 1290-'91 si definisce la sua sottomissione ad Ascoli, diventando un suo munito avamposto contro il pericolo di incursioni fermane.

Sotto Ascoli rimane sino al Regno napoleonico quando come comune autonomo entra a far parte del Dipartimento del Tronto, nel Secondo Distretto, Cantone di Ascoli.

Con la Restaurazione é compreso all'interno della Delegazione di Ascoli e con l'Unità d'Italia entra a far parte della provincia di Ascoli Piceno.

Il 20 ottobre 1878 il Consiglio Comunale delibera l'aggiunta della specifica "del Tronto" al nome originario di Appignano (di Offida) onde distinguerlo dal Comune omonimo in provincia di Macerata.

Il borgo ha perduto la caratteristica forma ovale per i continui e disastrosi smottamenti che ne hanno ridotto il fitto tessuto urbano; attualmente é tagliata da via Roma, da cui si diramano le strette tipiche rue ; il Vallone, appendice della strada di sotto, e la suggestiva via delle Ortiche, parallela al Vallone.

Lo stemma comunale sarebbe appartenuto, nel XVII sec., alla nobile famiglia Ciucci, trasferitasi da Castel di Luco o da Paggese (frazioni di Acquasanta Terme).

Da ammirare vi sono:

- il centro storico con case tre e quattrocentesche, le mura castellane,

- il convento dei Frati;

- la parrocchiale di San Giovanni Battista (XIII-XIV sec.), a tre navate, con il poderoso campanile a cuspide e il rosone in travertino con colonne a raggiera, con una “Pietà” coeva e “La Pentecoste”, una tela di Simone de Magistris (fine ‘500

-  la chiesa di S.Michele Arcangelo (XV sec.) in cui sono custoditi un Reliquiario della Croce della scuola del Vannini con una croce gemmata, la tela dell'Assunta di Vincenzo Pagani del 1539; 

- la chiesa di Santa Maria del Piano Santo.

 

Cerca con il PortoDeiPiceni tutto quello che riguarda Appignano del Tronto :

tra tutti i siti internet

tra le nostre pagine

tra gli eventi e le manifestazioni

previsioni meteo e ciclo sole e luna

Uffici pubblici, monumenti e luoghi di interesse nella mappa comunale

 

 Galleria fotografica

 

Dati Amministrativi
  • Codice Istat: 44005
  • Codice catastale: A335
  • Provincia: Ascoli Piceno
  • Unioni: U.C. Vallata del Tronto e U.M.del Tronto e Valfluvione
  • Sistema Locale del Lavoro: Ascoli Piceno
  • Diocesi: Ascoli
  • Sindaco: Sara Moreschini  (in carica dal 31/05/2015)
  • Stemma [tutti gli stemmi] e sua descrizione: Stemma del comune di Appignano del Tronto
    Scudo accartocciato: trinciato di rosso e d’azzurro, alla banda in divisa d’argento, sopportante il motto in caratteri monumentali di nero:“NEC VI NEC VENTIS”, accostata in capo dalla cometa d’argento, in punta dal castello al naturale rovinato, fondato sulla rupe dello stesso. Timbrato con l’elmo d’argento, posto in pieno profilo a destra, con la ventaglia, dello stesso, completamente chiusa, cimato da una piuma di rosso (blasonatura di Mauro Valerio Capecci)
    fonte dell'immagine: Araldica Civica
  • Dati del bilancio comunale: preventivo delle spese 2016 - preventivo delle entrate 2016 link esterni al sito Open Bilanci

 

Altre informazioni
  • Santo Patrono [più info]:san Giorgio
  • Giorno festivo [più info]: 23 aprile
  • Zona sismica [più info]: zona 2, intensità sismica media
  • Zona climatica [più info]:zona D, 1635 gradi/giorno
  • Cognomi più diffusi [più info]: Gagliardi, Traini, Marinelli, Albertini, Allevi, Rodilossi, Calvaresi, D`Angelo, Alessi, Corradetti.
  • Gemellaggi [più info]:

 

 Principali dati statistici
Principali dati sociali ed economici del comune
alla datadescrizionevaloredettagli
confronti
 comuneprovincia Italia 
01/01/2016Superficie comunale (kmq)15,43vedi indice Italia=10000,054,071.000
01/01/2016Residenti4.611vedi indice Italia=10000,083,461.000
01/01/2016Superficie comunale (kmq)23,19vedi indice Italia=10000,084,071.000
01/01/2016Residenti1.785vedi indice Italia=10000,033,461.000
01/01/2016Densità (residenti/kmq)-vedi 77171201
01/01/2016Stranieri64vedi % su tot. residenti3,66,78,3
censim.2011Tasso occupazione %-vedi 46,445,845,0
censim.2011Tasso disoccupazione %-vedi 9,010,511,4
2014Imponibile Irpef pro-capite (euro)14.179vedi indice Italia=1007488100
31/12/2015Depositi banc. pro capite (euro)vedi indice Italia=100075100
31/12/2015Impieghi banc. pro capite (euro)vedi indice Italia=100087100
censim.2011Incidenza abitazioni di proprietà84,7vedi % su tot. abitazioni84,777,371,4
31/12/2015Posti letto strutture ricettive39vedi ogni 100 abit.2,213,88,0
censim.2011Imprese attive103vedi ogni 100 abit.5,28,67,8
31/12/2015Autovetture -vedi ogni 100 abit.73,866,861,6
2015Raccolta differenziata (kg/ab/anno)317vedi % su tot. rifiuti24,551,247,5

 

 Per approfondire statistiche e informazioni

 

[1] Storia ecclesiastica e civile della regione più settentrionale del ..., Volume 1 Di Niccola Palma cap. XXVII https://books.google.it/

[2] http://siusa.archivi.beniculturali.it/cgi-bin/pagina.pl?TipoPag=prodente&Chiave=7559)